Progetto Alzheimer

La demenza è una sindrome, cioè un insieme di sintomi che comportano l’alterazione progressiva di alcune funzioni: memoria, pensiero, ragionamento, linguaggio, orientamento, personalità e comportamento di severità tale da interferire con gli atti quotidiani della vita: in Italia si stima che ne siano affette 1.241.000 persone.

La limitata e non risolutiva efficacia delle terapie disponibili, l’enorme investimento in termini di risorse necessarie (emotive, organizzative ed economiche) che ricadono soprattutto su chi si prende cura della persona con demenza la rendono una di quelle a più grave impatto sociale del mondo.

Un supporto importante può venire da una rete efficiente di servizi territoriali (medico di famiglia, centri diurni, assistenza domiciliare integrata), nonché dalle associazioni di familiari, che con la loro attività di informazione/formazione/sostegno costituiscono spesso un punto di riferimento per le famiglie. Queste attività si sono dimostrate uno strumento efficace sia per controllare i disturbi comportamentali sia per rendere meno gravoso il carico assistenziale e lo stress dei familiari.

Sempre più persone, anche a causa dell’allungamento dell’aspettativa di vita, si mostrano interessate a mantenere e migliorare l’efficienza fisica e mentale, anche mediante la pratica dell’attività fisica. Poche sono ad oggi, invece, in Italia, le esperienze di attività motoria specifiche per persone con demenza e svolte presso palestre aperte al pubblico piuttosto che presso centri o ambulatori riabilitativi.

Il progetto di ginnastica dolce per persone con demenza che vedrà il suo avvio presso “Accademia Scherma Milano” si basa sull’esperienza avviata dal 2017 presso l’Associazione Anziani Terza Età di Abbiategrasso.

Le principali caratteristiche prevedono che l’attività sia appositamente modulata nel tempo in base alle condizioni cliniche della persona con demenza e venga svolta in piccoli gruppi coordinati da un operatore, con un rapporto uno ad uno – la persona con demenza deve essere affiancata da un accompagnatore-familiare.

Gli obiettivi principali dell’attività possono essere così riassunti:

  • Contrastare l’isolamento sociale che consegue alla diagnosi
  • Aumentare il benessere psico -fisico delle persone con demenza
  • Mantenere le abilità residue cognitive e motorie delle persone con demenza
  • Offrire uno spazio di attività piacevole sia per le persone con demenza sia per i loro familiari
  • Favorire l’inclusione sociale e la socializzazione delle persone con demenza all’interno della comunità garantendo un’attività in un luogo non stigmatizzante

Qualora tu sia interessato per te o per un tuo conoscente puoi contattare l’Associazione Alzheimer Milano allo 02809767 oppure inviare una e-mail a alzheimer_milano@alzheimer.it